Polisportiva

Vai ai contenuti

Menu principale:

Danza Moderna

La danza classica o danza accademica si basa sulla cosiddetta "tecnica accademica", che si è sviluppata a partire dal  1661, quando il re di Francia  Luigi XIV fondò a Parigi l'Académie Royale de Danse (accademia reale di danza), con l'intento di organizzare, codificare, diffondere e sviluppare i principi fondamentali di quest'arte.
A dirigere questa accademia, Luigi XIV designò il suo maestro di ballo: il ballerino e coreografo  Pierre Louis de Beauchamps . Questi ha codificato le cinque posizioni classiche (già stabilite in precedenza dai maestri di ballo italiani del Quattrocento e del Cinquecento), assumendole a regola per iniziare e terminare i passi, ed ha fissato le regole per l'esecuzione dei principali passi di danza allora conosciuti, trasponendone anche la terminologia in lingua francese. Per questo motivo, i passi della danza accademica sono nominati in francese.
Nella danza classica, a partire dagli 11 anni di età, si utilizzano delle apposite scarpette chiamate "scarpe da punta" con punta rinforzata con gesso apposito (proteggendo i piedi da eventuali vesciche e ferite con nastro carta,carta assorbente o se si vuole essere più accurati i salvapunta in silicone o in stoffa). Ovviamente le scarpe da punta si possono utilizzare dopo aver studiato per alcuni anni con scarpe da mezza punta, perché i muscoli che sostengono la colonna vertebrale devono essere ben formati.

Con il termine danza moderna si definiscono generalmente gli sviluppi della danza che, a partire dalla fine del  XIX secolo, portarono ad un nuovo modo di concepire la danza di scena, in contrapposizione al  balletto classico accademico. In alcuni casi, adottando una terminologia tipica del mondo anglosassone, il termine indica anche alcune forme di ballo da sala evolutesi nel  Novecento.
Nata come ribellione nei confronti della  danza accademica , ritenuta troppo rigida e schematica, la danza moderna intendeva procedere alla ricerca di una  danza libera , che inizialmente veniva spesso praticata attraverso la provocante forma dell' lt assolo  (oggi detto anche solo), eseguito spesso in spazi non teatrali, per marcare un forte contrasto con lo sfarzo dei grandi balletti.
Non si trattava inizialmente di una rivolta volutamente contro, ma del risultato di una serie di cambiamenti del pensiero che trovarono una base feconda in particolare nelle teorie del francese  François Delsarte , diffuse in  America  fra il  1830  e il  1870  tramite alcuni suoi allievi e discepoli.
Loïe Fuller ,  Isadora Duncan e  Ruth St. Denis , poi seguite da  Martha Graham  e  Doris Humphrey , si imposero sulla scena mondiale sviluppando particolari stili di  danza libera  che poi diedero origine ad una modern
dance caratterizzata da una propria estetica e da propri schemi espressivi ed educativi.

La definizione di "moderna" data alla corrente (chiamata anche "nuova danza"), si deve al fatto che presentava caratteristiche abbastanza in contrasto con il  lt balletto  classico. La danza moderna non rifiuta l'utilizzo innaturale del corpo, tuttavia preferisce movimenti lineari. Si valorizzano il gesto e il movimento che esprimano la personalità del danzatore a partire dalla naturalità.
La danza hip hop è una disciplina di  ballo , recentemente considerata anche come "danza sportiva" dalla IDSF (International Dance Sport Federation), che proviene dal movimento
Hip Hop e ne conserva le caratteristiche culturali ed estetiche. Le principali tecniche della danza di strada (street dance) sono il b-boying (lt breakdance), il locking, il lt popping e l'uprock. La prima è considerata l'originale danza di strada, poiché è nata assieme alle altre discipline dell'Hip Hop (Dj'ing, lt Writing, Mc'ing). Le altre vengono considerate eguali al b-boying solo da alcuni, poiché sono danze nate nello stesso periodo ma in luoghi diversi. Recentemente si sono sviluppati nuovi stili di danza come il New style, il Krumping e l'House che non sono accettati da tutti come danze hip hop, poiché si sono sviluppati in contesti culturali differenti da quelli originali. Di queste discipline la breakdance è la più conosciuta ed è considerata una vera e propria pietra miliare della cultura hip hop.


INFORMAZIONI SUL CORSO

Il corso è rivolto a ragazzi e ragazze da 5 anni a 11.

Giorni di prova: giovedì 20 e giovedì 27 settembre   16,30-17,30 propedeutica
                                                                                           17,30-18,30 classica
                                                                                           18,30-19,30 moderna
                            venerdì 21 e venerdì 28 settembre  16,30-17,45 hip hop

Inizio corso: lunedì 01 ottobre  propedeutica, classica, moderna
                     martedì 02 ottobre hip hop

Orario del corso: propedeutica lunedì e giovedì 16,30-17,30

                              classica           lunedì e giovedì 17,30-18,30
                              moderna        lunedì e giovedì 18,30-19,30
                              hip hop           martedì e venerdì 16,30-17,45

Luogo: Auditorium di Via Aurora

Frequenza: 2 volte la settimana, secondo il corso scelto
Istruttore: Marica per danza Gloria per hip hop
Costo: € 220 pagabili anche in due rate quadrimestrali
Visita medica: certificato medico di buona salute obbligatorio

Per informazioni: Valter Folcia 3319184116 ore serali

Polisportiva Santo Stefano Ticino
Associazione Sportiva Dilettantistica
Via Dante 21 c/o Stazione Ferroviaria – 20010 Santo Stefano Ticino
codice fiscale 93027420152

Torna ai contenuti | Torna al menu